Bird & Bird affida a Stefano Silvestri l’apertura e la guida del nuovo ufficio di San Francisco

09-2018

Bird & Bird inaugura un nuovo ufficio di rappresentanza a San Francisco scegliendo come guida Stefano Silvestri,partner italiano e co-head dell'International Corporate Group di Bird & Bird. L’obiettivo è un ulteriore rafforzamento delle relazioni tra il network internazionale e i clienti americani.  

Bird & Bird assiste già oggi oltre la metà delle società "Fortune 100", molte delle quali hanno il proprio quartier generale negli Stati Uniti, accompagnandole in ogni loro attività internazionale in Europa, Asia-Pacifico e Middle East. 

"L’arrivo nella Bay Area segue il trend di questo brillante anno che ci ha visto crescere dell’11% e stringere un accordo di cooperazione con Allbright in Cina. La nuova sede di San Francisco completa la nostra vision con la presenza in una delle città più innovative, tecnologiche e IP-centric del mondo" commenta Massimiliano Mostardini, Chairman di Bird & Bird. "La scelta del network di identificare in Stefano la risorsa più idonea per dare vita e guidare il nuovo progetto ci riempie di orgoglio, a dimostrazione, una volta di più, del ruolo primario che l’Italia ha sempre giocato in Bird & Bird".

"L’approccio innovativo di  Bird & Bird ha una naturale affinità con l'ambiente imprenditoriale di San Francisco e della Silicon Valley" aggiunge Stefano Silvestri. "Con i colleghi che con me affronteranno questa sfida, condivido l'obiettivo di rendere Bird & Bird il principale referente in ambito legale per i gruppi statunitensi che operano a livello globale e si confrontano quotidianamente, nelle "nostre" giurisdizioni, con le tematiche regolamentari e strategiche scaturenti dall'innovazione dei processi e la progressiva digitalizzazione dei modelli di business anche più tradizionali. Il nostro DNA nell'ambito tecnologico e della proprietà intellettuale, fondato sull'essere tra i pochi studi che annoverano tra le proprie fila, al fianco dei consulenti legali, anche ingegneri, chimici ed economisti, ci rende l'interlocutore ideale per le aziende, multinazionali, ma anche per start up "born global", che si affacciano a nuovi mercati o devono dialogare con le autorità ed i regolatori a livello locale."