Transfer Pricing e COVID-19: le indicazioni OCSE

 Gaetano Salvioli, Francesco Drago, Camilla Cominelli, Carolina Mason

02-2021

La pandemia COVID-19 sta causando effetti dirompenti sull’intero sistema economico e finanziario globale, con evidenti impatti sull’attività delle imprese. Tra queste, quelle appartenenti a gruppi multinazionali potrebbero trovarsi costrette a rivedere i propri modelli di business e le connesse politiche sui prezzi di trasferimento, al fine di fronteggiare gli effetti recessivi causati dal COVID-19. 

Come noto, infatti, la definizione e la verifica dei prezzi di trasferimento devono tenere conto dello scenario economico di riferimento. Nel contesto attuale, quindi, è fondamentale per le imprese comprendere quali azioni intraprendere per gestire gli impatti causati dall’emergenza sanitaria, che hanno significativamente modificato l’ordinaria attività, con effetti diretti sulle politiche di transfer pricing.

L’OCSE, come ci si attendeva, è intervenuta sul tema pubblicando, il 18 dicembre, il documento “Guidance on transfer pricing implications of the COVID-19 pandemic” che fornisce indicazioni pratiche su come gestire gli impatti della pandemia ai fini di una corretta applicazione del principio di libera concorrenza nelle transazioni infragruppo. 

Scarica l'alert (pdf)